Opatija

Un tempo luogo di villeggiatura di re, imperatrici e artisti, Opatija è oggi una città alla portata di tutti. Vi innamorerete del suo splendido lungomare.

Sentitevi un re o un’imperatrice regalandovi una vacanza ad Opatija (detta anche Abbazia): questa famosissima località turistica croata era in passato il luogo privilegiato di villeggiatura per i ricchi turisti dell’Impero austro-asburgico.

I primi entusiasti visitatori si fecero promotori della bellezza della zona e, senza bisogno di social media, Opatija divenne in poco tempo il luogo dove riposarsi e godere dell’aria fresca per re, zar russi, scienziati, artisti, musicisti e altre celebrità.

Oggi chiunque può godere dello splendore di Opatija: dei fasti del passato rimangono sontuose ville, quasi tutte trasformate in hotel di lusso, parchi ben curati, eleganti fontane e un meraviglioso lungomare illuminato, perfetto per passeggiate al fresco di giorno e romantici interludi notturni.

Stretta tra il mare nel golfo del Quarnaro e le colline ai piedi del monte Ucka, Opatija è ancora una località di forte richiamo non solo per la sua eleganza, ma anche per le sue bellezze paesaggistiche, il mare cristallino e importanti eventi che richiamano visitatori da tutta Europa, come il Festival Opatija in estate.

Cosa vedere a Opatija

Il modo migliore per esplorare Opatija, conoscere la storia locale e ammirare alcuni dei monumenti più importanti della città è fare una camminata sul lungomare.

Su questa passeggiata centennale all’ombra di piante di alloro e lecci, lunga ben 12 km, si affacciano parchi verdissimi e sontuose ville; avrete sempre in fianco a voi la distesa blu del mare, con il rumore delle onde come rilassante sottofondo.

Durante la camminata sul lungomare fermatevi a scattare un po’ di foto alle statue che incontrerete lungo il percorso e al caratteristico porticciolo di Opatija, tradizionale punto di partenza delle imbarcazioni dei barcaioli abbaziani: oggi la tradizione continua con le imbarcazioni turistiche.

Potete anche riposarvi sedendo ad una delle numerose panchine.

Museo del Turismo Croato

Un unico museo, tre magnifici palazzi per raccontare il legame ormai indissolubile tra Opatija e il turismo: questo è in sintesi il Museo del Turismo Croato.

La più sfarzosa delle tre sedi del museo è anche l’attrazione più famosa di Opatija dopo il suo romanticissimo lungomare: stiamo parlando della splendida Villa Angiolina, un trionfo di architettura neoclassica voluto da un benestante fiumano, Iginio Scarpa, che diede alla villa il nome della sua defunta moglie.

L’esterno della villa segue le rigorose regole classiche dell’armonia e delle proporzioni; l’interno è un tripudio di decorazioni, con affreschi, capitelli, mosaici.

La costruzione di questa magnifica residenza alla fine dell’Ottocento diede il via al turismo benestante ad Opatija. La villa cambiò diverse proprietà e funzioni nel corso del tempo, aumentando costantemente il suo valore: recentemente restaurata, oggi ospita un’originale esibizione permanente che con fotografie ed altri documenti d’epoca racconta la storia del turismo e la sua importanza per questa zona della Croazia.

Un’altra sede del Museo del Turismo Croato è l’ottocentesca Casa svizzera, un tempo usata dal custode di Villa Angiolina: oggi ospita un’interessante mostra che racconta la storia di Abbazia dall’inizio del turismo fino ad oggi.

La terza sede è il Padiglione artistico Juraj Šporer, elegante edificio in riva al mare: inizialmente costruito come pasticceria, viene oggi usato per mostre d’arte e concerti.

Hotel Kvarner

Una vera istituzione cittadina nonché una testimonianza della ricchezza del passato è l’Hotel Kvarner, primo albergo sulla costa adriatica e per molto tempo uno dei preferiti luoghi di cura invernali dell’aristocrazia austroungarica. Semplicemente favoloso è il Salone dei cristalli, oggi usato per banchetti e congressi.

Se non potete permettervi di soggiornare in questo hotel da VIP, potete sempre ammirarlo dall’alto con una camminata lungomare.

Vie e sentieri

Ecco qualche idea se volete ancora sgranchirvi le gambe dopo aver visitato il lungomare:

  • La via principale della città è Obala Maršala Tita, dove troverete numerosi hotel, ristoranti, negozi ed agenzie di viaggio: perfetta per una camminata in città.
  • Un’altra piacevole passeggiata urbana è il Viale delle Stelle, un tributo ai croati che si sono distinti nel campo dello sport, della scienza, cultura e arte.
  • Se i 12 km del lungomare non hanno saziato la vostra voglia di camminare potete aggiungere il sentiero di Carmen Sylva, realizzato tra fine Ottocento e inizio Novecento con il denaro donato dal re romeno Carlo, indispettito dalla mancanza di sentieri segnalati durante un suo soggiorno ad Opatija.

Parchi

Gli eleganti parchi di Opatija rappresentano un rifugio dal sole cocente nei mesi estivi ma anche una vista meravigliosa di cui si può godere tutto l’anno.

Il parco Angiolina venne istituito tra il 1845 e il 1860 nei pressi dell’omonima villa, che sarebbe stata costruita in anni successivi. Più di 150 specie di piante crescono all’interno del parco e una di queste, la camelia giapponese, è diventata il simbolo di Opatija.

Altri bei parchi cittadini sono il parco Margherita e il parco di San Giacomo.

Chiese

La chiesa da cui deriva il nome della città (che, ricordiamo, significa abbazia in italiano) è la Chiesa di San Giacomo, costruita nel 1420 per ospitare dei monaci benedettini profughi da un convento friulano.

L’aspetto attuale è assai diverso da quello originario a causa di numerose modifiche avvenute nel corso dei secoli, ma rimane un’affascinante chiesa immersa nel verde.

Sebbene molto recente (fu completata nel 1906), è interessante anche la Chiesa dell’Annunciazione della Beata Vergine, facilmente riconoscibile per la sua cupola verde. Il progetto originale era degli austriaci, ma i lavori furono completati dagli italiani.

Biglietti

Da Rabac: Cres Island e Blue Cave Boat Trip con pranzo
3 recensioni
Esplora una delle isole più belle della Croazia con un tour in barca di un'intera giornata a Cres da Rabac. Nuota nelle acque invitanti della Grotta Azzurra e scopri i suoi segreti nascosti.
da 54,00 €
Acquista
I prezzi più bassiNessuna commissione. Garantiamo il prezzo migliore, sia online che sul posto!
Salta la filaEvita le code, acquista i biglietti in anticipo.
Prenotazione facile e sicuraNon rischiare di rimanere senza, prenota online e assicurati i biglietti.

Le sculture di Opatija

Il simbolo della città di Opatija è la scultura di una ragazza che tende la mano a un gabbiano, posta in cima al promontorio che si estende dinanzi all’ex cimitero. Fu eretta nel 1956 per sostituire la statua di una madonna che fu distrutta dal maltempo.

Per la sua posizione su una roccia in riva al mare “La ragazza con il gabbiano”, opera dell’artista Zvonko Car, può essere vista da vicino ma anche da lontano ed è sicuramente una delle sculture più fotografate di tutta la Croazia.

Passeggiando per Opatija vi imbatterete in molte altre sculture, opere di artisti e artiste croate, che raffigurano i personaggi più diversi: un barcaiolo abbaziano, una danzatrice di fama internazionale, il più grande scrittore della letteratura croata del XX secolo, un violinista… venite a scoprire chi sono e quali sono le loro intriganti storie.

Spiagge di Opatija

Opatija non può certo vantare le più belle o le più famose spiagge della Croazia, ma non mancano lungo la sua celebre passeggiata lungomare dei punti in cui si può scendere al mare per una rinfrescante nuotata, inclusa una spiaggia cittadina cementata.

Una graziosa spiaggia di ciottoli nei dintorni di Opatija è quella di Ičići, dotata di numerosi servizi e votata una delle cinque spiagge meglio gestite della Croazia.

Dintorni di Opatija

Volosko

A 2 km dal centro di Opatija si trova Volosko, caratteristico villaggio di pescatori con un tranquillo porticciolo che ha mantenuto il fascino suggestivo del passato, viuzze strette e graziose casette in pietra dai balconi fioriti. È sicuramente un buon posto per una deliziosa cena di pesce.

Parco naturale Učka

A ovest di Opatija si eleva il monte Učka, che con i suoi 1396 metri è la vetta più alta di questa zona del Quarnaro.

L’intera superficie del monte più una parte del rilievo montuoso del Ćićarija sono stati dichiarati nel 1999 parco naturale.

Numerosi sono i sentieri e i percorsi guidati all’interno del parco, che faranno la gioia di tutti gli amanti del trekking ma anche di chi vuole fare una facile camminata nel verde. Vi attendono stupendi paesaggi naturali, ma anche costruzioni umane perfettamente integrate con l’ambiente circostante come fontane e castelli.

Il simbolo del parco è la torre Vojak, costruita nel 1911 da un gruppo di entusiasti alpinisti e amanti della natura per poter godere di una vista mozzafiato sulle montagne circostanti, l’Istria e nei giorni più limpidi persino la costa italiana.

Come raggiungere Opatija

Opatija dista solo 13 km dalla città di Fiume e le due città sono ben collegate da autobus diretti. Può
facilmente essere raggiunta in macchina dall’Italia: calcolate circa 5 ore da Milano, più di 7 da Roma e solo un’ora da Trieste.

Un’altra possibilità è quella di raggiungere in traghetto una città croata tra le più importanti, come Spalato o la stessa Fiume, e da lì arrivare a Opatija.

Mappa

Alloggi Opatija

Cerchi un alloggio a Opatija?

Clicca qui per vedere tutte le strutture disponibili a Opatija
Mostrami i prezzi