Pola

Importante città dell'Istria affacciata sul mare, Pola vanta un eccezionale anfiteatro romano in perfetto stato di conservazione e una varietà di spiagge.

Ironico il destino di Pola (detta anche Pula): il capoluogo della penisola istriana, importantissimo centro regionale con un trafficato porto commerciale, è infatti ricordato da tutti per le sue rovine… romane.

Eppure val la pena varcare i confini italiani per visitare i resti dell’epoca romana di questa città: la famosa arena di Pola, con il mare che si intravede attraverso gli archi delle mura e il colore bianco della pietra che crea un suggestivo contrasto con il blu delle acque, è lo scenario ideale per ricordi emozionanti e fotografie mozzafiato.

Le belle spiagge, l’ampia offerta di hotel e affittacamere e una vivace vita notturna, unite alla facilità con cui si può raggiungere Pola e da cui è possibile spostarsi per visitare altre famose località dell’Istria, fanno di questa cittadina una popolarissima meta turistica.

Joyce e Pola

Lo scrittore irlandese James Joyce, autore del capolavoro letterario “Ulysses”, visse a Pola per alcuni anni lavorando come insegnante alla Berlitz School. Potete vedere una statua dello scrittore sulla terrazza del caffè bar Uliks.

Le rovine romane di Pola

La parte antica della città segue l’originaria conformazione urbana dell’epoca romana, con le strade circolari intorno alla cittadella mentre la zona più recente è a pianta rettangolare.

Arena di Pola

L’anfiteatro romano di Pola

L’attrazione più famosa di Pola è l’anfiteatro romano, probabilmente il più famoso e meglio conservato fuori dall’Italia.

Affacciato su una baia a nord della città antica e costruito in pietra calcarea locale, l’anfiteatro è una vista suggestiva anche per chi ha già visitato i suoi “parenti2 più celebri, come l’Arena di Verona o il Colosseo. Il muro esterno, alto 30 metri, è ancora oggi quasi intatto mentre le gradinate in pietra furono rimosse in epoca medievale per costruire altri edifici.

Usato in passato per gli spettacoli dei gladiatori e di combattimenti navali, poteva ospitare fino a 20000 spettatori. Oggi ospita rassegne estive di teatro e musica nonché il Pola Film Festival, il più importante appuntamento cinematografico estivo.

Altre rovine

Passeggiando per la città di Pola potrete vedere ancora oggi numerose testimonianze di epoca romana.
Sono ancora visibili:

  • le mura romane che segnavano il confine della città vecchia;
  • l’Arco trionfale dei Sergi eretto nel 27 a.C. a memoria della famiglia romana che si era distinta in città, riccamente decorato con colonne e fregi;
  • il Foro, importante luogo di ritrovo della città su cui sorgevano numerosi edifici, di cui oggi ci rimane il Tempio di Augusto;
  • un pavimento a mosaico risalente al III a.C. con motivi geometrici e una rappresentazione del castigo di Circe, episodio importantissimo della mitologia greca.

Se siete appassionati di storia potete visitare il Museo Archeologico Istriano, con reperti dalla preistoria al medioevo provenienti da ogni località dell’Istria. Dietro al giardino del museo è possibile vedere un piccolo teatro romano.

Cosa vedere a Pola

 

Se l’antichità romana non fa per voi potete passeggiare per il centro storico della città o fare acquisti al mercato verde fondato in epoca asburgica dove oltre a frutta e verdura potrete acquistare liquori alle erbe, marmellate, fichi secchi e prodotti alla lavanda.

Per far felici i vostri bambini o per ovviare a un’improvvisa giornata di pioggia potete visitare l’acquario di Pola, situato in una location piuttosto inconsueta per un’attrazione di questo tipo, ovvero la fortezza militare austro-ungarica Verudela.

Costruita sul finire dell’Ottocento, la fortezza si trova a soli 3 km dal centro della città e si affaccia sull’omonima penisola di Verudela.

Tra gli edifici religiosi più interessanti della città ricordiamo la Cattedrale, ricostruita nel Trecento sui resti di una precedente costruzione romana, e la Cappella di Santa Maria Formosa, che rappresenta ciò che resta di un’antica abbazia benedettina. I mosaici che ne decoravano le pareti sono esposti al museo archeologico.

Spiagge di Pola

Non c’è una spiaggia cittadina a Pola, ma la città è circondata da una lunga serie di formazioni rocciose che creano una varietà di piccole spiagge. Davvero poche sono le spiagge sabbiose in zona, tra queste vi segnaliamo Debelijk.

Qui di seguito ecco tre tra le più belle spiagge di Pola e dintorni.

Spiagge di Verudela

La spiagge di Punta Verudela sono le più turistiche della zona intorno a Pola. Tra queste le più famose sono senz’altro Ambrela, che può vantare di aver vinto la bandiera blu, e la spiaggia Hawaii che a dispetto del nome non è una spiaggia di sabbia all’ombra delle palme, bensì una spiaggia di ciottoli con alcuni scogli da cui è possibile tuffarsi.

Le infrastrutture turistiche della penisola di Verudela sono raggiungibili anche con un autobus urbano.

Spiaggia Valkana

Valkana, o Valkane, è una spiaggia di ghiaia che si estende lungo una baia a sud-ovest di Pola. Sono presente alcune terrazze cementate per prendere il sole ed è vicina a numerosi bar e ristoranti.

Spiaggia Kolumbarica

Se volete spiagge dall’aspetto più selvaggio visitate il Parco naturale di Kamenjak, situato all’estremità del promontorio di Premantura, a circa 10 km dal centro di Pola.

Il parco è stupendo di per sé, con numerosi percorsi naturalistici – incluso un sentiero dei dinosauri che farà felicissimi i bambini più curiosi – ma la grande attrattiva della zona sono le meravigliose spiagge, perlopiù di scogli.

Imperdibile è spiaggia Kolumbarica, bagnata da un mare di colori straordinari: è famosa per le rocce adatte ad adrenalinici tuffi e per le sue grotte sottomarine che, se siete avventurosi, potete attraversare a nuoto.

Escursioni e attività

Pola è un’ottima base per esplorare altre località istriane e le isole circostanti. A pochi chilometri di distanza trovate destinazioni affascinanti come il parco di Kamenjak, Medulin e l’attracco delle barche per il parco naturale delle isole Brioni.

Anche Parenzo e Rovigno, le più famose località turistiche dell’Istria, sono facilmente raggiungibili con una gita in giornata.

Per chi ama le vacanze attive nella zona di Pola è possibile praticare sci nautico, paracadutismo ascensionale, immersioni o noleggiare barche a remi e a motore.

Come raggiungere Pola

Pola dista solo 120 km da Trieste e può velocemente essere raggiunta in auto passando per la Slovenia. Esistono autobus diretti dall’Italia, mentre se vi trovate già in Croazia potete prendere un bus per Pola da Fiume e Zagabria.

Si può anche raggiungere via mare con un traghetto da Venezia o Trieste.

Mappa

Alloggi Pola

Cerchi un alloggio a Pola?

Clicca qui per vedere tutte le strutture disponibili a Pola
Mostrami i prezzi