Isola di Vis

Anni di chiusura militare e una posizione remota hanno reso Vis la più misteriosa e probabilmente affascinante delle isole croate.

Per oltre 40 anni territorio militare off limits ai turisti, la remota isola di Vis (detta anche Lissa) ha conservato un fascino bohemien che altre isole croate non possono vantare.

Scoperta in anni recenti dall’industria del turismo, Vis è ancora largamente incontaminata ed è la meta ideale per chi cerca un’esperienza “autentica”, semplicità, natura e tranquillità.

Sono infatti pochi i turisti che scelgono di venire fin qui, scoraggiati dalla lontananza dell’isola dalla costa. Ci vogliono infatti più di due ore di traghetto per raggiungere Vis, ma questo è uno degli ingredienti fondamentali del fascino di quest’isola dalla natura lussureggiante a picco sul mare, definita “l’ultimo paradiso naturalistico del Mediterraneo orientale” dal WWF.

Vis è anche un paradiso gourmet, meta ideale per gli amanti della buona cucina e soprattutto del buon vino. Le konoba, ex cantine oggi trasformate in taverne tipiche, servono prelibati piatti di pesce fresco e i vini pregiati prodotti da più di duemila anni sull’isola.

Non lasciate l’isola senza aver assaggiato un bicchiere di bianco Vugava o di rosso Plavac Mali, due tra le migliori etichette della Croazia.

Cosa vedere a Vis

Vis Città

Primo luogo abitato dell’isola e ancora oggi il più importante, la città di Vis (Lissa in italiano) sorge su un’ampia baia a forma di ferro di cavallo sulle pendici meridionali del monte Gravina.

Divisa in due insediamenti nettamente distinti, Luka a nord-ovest della baia e Kut a sud-est, Vis è una cittadina tranquilla, dove il ritmo della vita è ancora lento ed è possibile trascorrere ore in pieno relax passeggiando sul lungomare o per le viette del centro su cui si affacciano palazzi seicenteschi dal fascino decadente.

Con una camminata di pochi minuti dal molo dei traghetti potrete ammirare i resti di una necropoli greca e di terme romane, mentre sulle colline intorno alla baia sono disseminate alcune fortezze costruite dagli inglesi durante il loro dominio sull’isola nell’Ottocento.

Se la storia antica vi appassiona non perdetevi il Museo Archeologico di Vis, dove vi verranno date informazioni sulla necropoli, le terme e gli altri reperti storici di Vis. In esposizione troverete una collezione di reperti antichi, perlopiù greci ma anche romani, che comprendono sculture, ceramiche e gioielli.

Un buon modo per esplorare i dintorni di Vis è noleggiare un motorino o una mountain bike e percorrere le panoramiche (e tortuose!) strade costiere dell’isola.

Lasciatevi inebriare dai profumi naturali dell’isola (erbe selvatiche, rosmarino, mirto, lavanda e lentischio) ed abbagliare dalle mille sfumature di verde della lussureggiante vegetazione, con macchia mediterranea e piante di ulivi, fichi e vigne nane.

Komiža

Il villaggio di Komiza

Anche Komiža, Comisa in italiano, seconda località turistica dell’isola, sorge su una baia ai piedi di un monte. È un villaggio di pescatori, senza attrazioni famose da visitare ma con un grande fascino: i turisti vengono qui per assaporare un’atmosfera fuori dal tempo e passeggiare lungo le ripide viuzze che dal molo risalgono il monte, fiancheggiate da caratteristiche case in pietra.

Grotta Azzurra di Biševo

Biševo, 21485, Komiža, Croazia (Sito Web)

La grande attrazione di Vis è la spettacolare Grotta Azzurra che però si trova… su un’altra isola! Questa splendida caverna, una delle meraviglie naturali più famose e visitate di tutta la Croazia, si apre lungo il litorale della minuscola isoletta di Biševo, al largo della costa meridionale di Vis.

La particolarità della grotta azzurra è data da un’apertura sottomarina attraverso la quale in un orario preciso della giornata (tra le undici e mezzogiorno) passano i raggi del sole, creando degli incantevoli riflessi di luce azzurra.

Le acque limpidissime del mare permettono di vedere gli scogli sul fondo della grotta, a una profondità di circa 16 metri, anche questi di colori straordinari che vanno dal rosa tenue al grigio argento.

Il modo più semplice per visitare la Grotta Azzurra è partecipare ad una gita in barca da Vis; le barche turistiche effettuano una sosta per permettere ai turisti di nuotare all’interno della grotta.

Le escursioni partono da varie località di Vis (consigliata la partenza da Komiža), ma anche altre isole e addirittura dalla Croazia continentale. D’estate è un’attrazione molto affollata, ma al di fuori dei mesi estivi c’è il rischio di non poter entrare nella grotta a causa del mare mosso.

Spiagge di Vis

La piccola baia di Stiniva

L’isolamento e la posizione remota di Vis hanno preservato pressoché intatte le sue bellezze naturali. C’è una grande varietà di spiagge sull’isola, molte delle quali selvagge e non ancora raggiunte dal turismo di massa. Che siano piccole insenature, ampie baie, spiaggette di ciottoli, rocce o sabbia, sono tutte bagnate da un mare incredibilmente trasparente, che fa venire alla mente i poster e le cartoline di località esotiche.

Ecco una lista delle migliori spiagge di Vis:

Dove dormire a Vis

Chi sceglie Vis per una vacanza estiva sa benissimo che avrà a che fare con pace e tranquillità: l’isola, essendo fuori dalle principali rotte turistiche, è un luogo ameno e rilassante, ma non mancano le opzioni per dormire, date da appartamenti, affittacamere e case vacanze, gestiti direttamente dagli abitanti del posto, e dati in affitto ai turisti durante i mesi estivi. Sono invece assenti gli hotel.

Sono due le località di Vis più grandi dove consigliamo di soggiornare: esse sono Komiža, affacciata sulla costa ovest, e Vis città, sulla costa nord. In quest’ultima località arrivano i traghetti da e per Spalato e Hvar, pertanto è il posto ideale dove dormire a Vis dopo un lungo viaggio, dato che una volta sbarcati avrete l’alloggio a pochi passi. Allo stesso tempo, sia Vis città che Komiža si trovano lungo la strada 117, una strada circolare che percorre tutta l’isola, ma che a causa della sua conformazione geografica corre prevalentemente lungo l’interno, affacciandosi sulla costa soltanto proprio a Vis città e a Komiža.

Ci sono poi altri piccoli villaggi sparsi qua e là lungo la strada 107 o lungo la costa di Vis, come ad esempio Rukavac, Podšpilje o Podhumlje: qui troverete alcuni semplici affittacamere per dormire, l’ideale per chi è alla ricerca della massima tranquillità, e anche per chi strizza l’occhio al budget, in quanto i prezzi sono minori rispetto che nelle località principali dell’isola.

Come raggiungere Vis

Per raggiungere l’isola di Vis è necessario prendere un traghetto o un catamarano in partenza dalla città di Spalato. La traversata in mare dura due ore e mezza se scegliete il traghetto, un’ora e quindici se viaggiate in catamarano.

Non esistono traghetti diretti dall’Italia, ma è possibile giungere a Spalato con un traghetto da Ancona che assicura il collegamento successivo con il traghetto per Vis.

Biglietti di ingresso e attività

Quelli che seguono sono i biglietti e i tour più richiesti a Isola di Vis che vi consigliamo di non perdere.

Biglietti

Dove si trova Isola di Vis

Vedi gli Hotel in questa zona

Vis, o Lissa in italiano, è una delle isole abitata più lontane dalle coste della Croazia: i suoi 4000 abitanti infatti vivono a più di 40 chilometri dalla linea costiera del paese. Vis si trova al largo delle coste delle isole di Hvar e di Korcula, e a pochi chilometri degli isolotti quasi totalmente disabitati di Biševo e Sveti Andrija.

L'isola di Vis ha una forma ovale, larga circa 16 chilometri ed ampia circa 8. La sua distanza dalle coste croate la rende al contrario una delle isole della Croazia più vicine all'Italia: in linea d'aria dista circa 110 chilometri dal Gargano, al nord della Puglia, mentre si trova alla stessa latitudine di San Benedetto del Tronto, dalla quale dista poco più di 175 chilometri.

Ti è stato utile questo articolo?

Il tuo parere per noi è importante, facci sapere che ne pensi usando le stelle

Valutazione media 4.5 su 34 voti

Isole nei dintorni

Condividi