Isole Kornati

Meta ideale di una vacanza in barca a vela o di una crociera di un giorno, le isole Kornati sono un sogno per chi ama natura selvaggia e mare blu.

Stanchi delle solite isole affollate di turisti? Non avete alcun interesse per negozi e locali e cercate invece una natura incontaminata e un mare bellissimo? Smettete di cercare e iniziate a organizzare la vostra vacanza sulle isole Kornati (Isole Incoronate).

Quest’arcipelago della Croazia conta più di cento isole e isolotti, dei quali 89 fanno parte di un parco naturale istituito nel 1980 per preservare la bellezza di questi luoghi e la loro sorprendente varietà di specie animali e vegetali.

L’arcipelago si divide in Kornati Alte e Kornati Basse. Il nome dell’arcipelago deriva da impressionanti rocce a picco sul mare che vengono chiamate corone, diffuse soprattutto nelle Kornati Basse. Hanno altezze impressionanti: 60-80 metri fuori dall’acqua e più di 100 metri sott’acqua.

Sono isole di origine carsica, con una costa rocciosa caratterizzata da imponenti falesie, promontori e grotte dai mille anfratti. Questo tratto di mare è un vero paradiso per velisti, sub e amanti dello snorkelling; le spiagge sono spesso accessibili soltanto in barca e mai affollate.

Difficili da raggiungere, prive di strutture alberghiere ad eccezione di alcune case private che vengono date in affitto ai turisti, le isole Kornati non sono una meta per tutti. Ma chi cerca pace, natura selvaggia, mare stupendo e un completo distacco dalla vita quotidiana amerà queste isole aspre e poco visitate, dal paesaggio a tratti lunare.

Oltre al mare pulitissimo, verrete deliziati da ristorantini di pesce, fortezze militari, tombe antiche e castelli veneziani. Issate le vele, è ora di partire!

Cosa vedere sulle isole Kornati

Mare, mare e ancora mare: è garantito che trascorrerete la maggior parte della vostra vacanza sulle isole Kornati ammirando le mille tonalità di blu che l’Adriatico assume in queste zone.

Ogni tanto però val la pena scendere dalla barca e dare un’occhiata alla bellezza selvaggia dell’entroterra e alle testimonianze storiche sparse sulle isole dell’arcipelago.

Su Kornat, l’isola più grande dell’arcipelago, potrete ammirare la chiesetta della Madonna di Tarac, costruita nel Medioevo sui resti di basilica paleocristiana, e la Fortezza Tureta, risalente all’epoca bizantina.

Una testimonianza della dominazione veneziana è invece il Castello a Piskra, di cui purtroppo si possono vedere solo alcuni resti.

Tutte le isole sono percorse da sentieri naturalistici: durante le vostre passeggiate vi colpirà la presenza di numerosissimi muretti in pietra a secco, un tempo usati per delimitare pascoli e proprietà terriere.

Le spiagge più belle delle isole Kornati

La spiaggia di Saharun è una delle poche spiagge sabbiose dell’arcipelago, incastonata nella baia omonima; è bagnata da un mare cristallino che vicino alla riva rimane poco profondo e poi scende fino a 10 metri. Si trova lungo la costa sud dell’isola di Dugi Otok.

Sempre a Dugi Otok si trova l’incantevole baia di Telascica nei pressi del quale si apre un lago salato, perfetto per nuotare in sicurezza.

Altre spiagge da non perdere nelle isole Kornati sno Lojena (isola di Levrnaka), baia di Veli Rati e spiagge dell’isola Molat.

Navigare, nuotare e fare immersioni nel Parco delle Kornati

La navigazione, il nuoto e le immersioni sono vietate nelle aree protette del parco, ovvero intorno agli isolotti di Purara, Klint, Volic, Mali Obrucan, Veli Obrucan, Mrtenjak e Kolobucar.

Anche per le immersioni all’interno del parco, così come per la navigazione, è necessario un permesso. Il costo non è economico, ma la bellezza dei fondali e la ricca vita sottomarina che potrete ammirare valgono tutti i soldi spesi.

Dove dormire nelle isole Kornati

Non esistono hotel nelle isole Kornati e gli alloggi vacanza sono molto scarsi. Le isole non hanno una popolazione permanente ma sono presenti case private che vengono affittate ai turisti. Alcune di queste sono ex case di pescatori, semplici ma caratteristiche.

Tenete presente che i servizi sono ridotti all’essenziale e sulle isole non ci sono negozi, ad eccezione di un negozio di generi di prima necessità a Vela Panitula. Nei mesi estivi sono in servizio boat-stores, ovvero barche che passano da un’isola all’altra vendendo generi di prima necessità funzionando come una sorta di minimarket itinerante. Sono presenti un paio di ristoranti che servono un’ottima cucina locale.

Data la scarsità di alloggi disponibili, dormire sulle isole Kornati è un’esperienza esclusiva, dal prezzo non economico. Una soluzione più semplice e in alcuni casi più conveniente è visitare le isole partecipando ad una gita in barca, giornaliera o di più giorni.

Come raggiungere le isole Kornati

Le isole Kornati non sono dotate di aeroporti, i più vicini si trovano sulla terraferma e sono quelli di Zara e Spalato, collegati all’Italia da voli low cost (alcuni voli potrebbero essere stagionali); entrambe le città si possono raggiungere dall’Italia anche in traghetto.

L’unica isola raggiungibile in traghetto è Dugi Otok. Le altre isole si possono raggiungere solo con imbarcazioni private: potrete noleggiarne una se avete i permessi oppure dovrete scegliere tra un tour organizzato e una crociera con skipper.

La base ideale da cui partire per un’esplorazione dell’arcipelago è la marina di Betina, sull’isola di Murter.

Dove si trova Isole Kornati

Vedi gli Hotel in questa zona
Ti è stato utile questo articolo?

Il tuo parere per noi è importante, facci sapere che ne pensi usando le stelle

Valutazione media 4.6 su 8 voti

Isole nei dintorni

Condividi