Isola di Korcula

Isola di Korcula

Spiagge incantevoli, borghi antichi, fitte foreste, una danza antica e pregiati vini bianchi: siete giunti a Korčula, isola dove nacque (forse) Marco Polo.

Lunga 47 km ma larga soltanto 5 km, l’isola di Korčula (detta anche Curzola) vi assicura che in qualunque momento non sarete mai lontani dal mare.

Numerosissime sono le spiagge, baie, insenature e calette che puntellano la costa, ma durante la vostra vacanza a Korčula dedicate un po’ di tempo anche a visitare i villaggi e l’entroterra. È un’isola ricca di storia e folklore: la tradizione più spettacolare è senz’altro la danza delle spade, tramandata da secoli e oggi eseguita in più occasioni per la gioia dei turisti.

Il paesaggio è dominato da fitte foreste, ma c’è ampio spazio anche per distese di vigne e uliveti. Interessanti sono i vini bianchi prodotti sull’isola, che sta attirando un numero sempre più alto di viaggiatori amanti del turismo enogastronomico.

E che importa se non siete esperti di vini? Potete sorseggiare un buon bicchiere di bianco fresco durante la vostra cena: che c’è di meglio dopo una giornata di sole in spiaggia?

Una delle attrazioni turistiche più famose dell’isola è la presunta casa natale di Marco Polo. Non ci sono prove certe del fatto che sia nato qui, ma è sicuro che Korčula resterà nel cuore di tutti i viaggiatori.

Cosa vedere sull’isola di Korcula

Korcula Città

Tipico esempio di città medievale della Dalmazia, la splendida Korčula sorge su una piccola collina che si protende verso il mare. È un posto tranquillo e il centro è piacevole da visitare, con le sue casette in pietra dai tetti rossi e le palme che danno un po’ di frescura.

Città ricca di storia, conserva ancora un impressionante sistema difensivo di mura e torri. Entrate nella città vecchia attraverso la torre Veliki Revelin, decorata con gli stemmi dei dogi di Venezia e dei duchi di Korčula, poi date un’occhiata alla Torre della Porta di mare occidentale, alla Grande Torre del Governatore e alla Piccola Torre del Governatore.

Korcula Città

Durante la vostra passeggiata in centro fate caso alla disposizione delle viette, che vista su un cartina ricorda una lisca di pesce.

La pianta urbana di Korčula non è casuale, anzi è stata studiata con attenzione per garantire la sicurezza e il benessere degli abitanti, aprendo la città al maestrale, vento estivo che porta frescura, e limitando l’impatto del vento bura in inverno.

Altre località

Oltre alla città che dà il nome all’isola, ci sono altri villaggi interessanti da visitare a Korcula:

  • Lumbarda: a soli 10 minuti di autobus dalla città principale si trova questo grazioso villaggio di pescatori, diventato una popolare meta turistica grazie alle spiagge nei dintorni, le uniche spiagge sabbiose dell’isola. Circondata da vigneti, Lumbarda è famosa per la produzione di un particolare vino bianco dal nome quasi impronunciabile: “grk”.
  • Zrnovo: raggiungibile dalla città vecchia di Korcula con una camminata di 20 minuti (o, se siete pigri, 5 minuti in autobus), il villaggio di Zrnovo è famoso per i suoi antichi cipressi, le colline terrazzate coltivate a vite, le torri campanarie e gli ulivi. Da qui partono sentieri a piedi che vi faranno raggiungere incantevoli baie nella parte sud dell’isola.
  • Racisce: piccolo villaggio di 500 abitanti, perlopiù tutti pescatori con le loro famiglie, situato su una baia a nord dell’isola.
  • Pupnat: il più antico insediamento abitativo dell’isola si deve agli Illiri e conserva ancora oggi un fascino d’altri tempi, anche se la maggioranza dei turisti viene qui per la splendida spiaggia di Pupnatska Luka.
  • Cara e Smokvica: situate nel centro dell’isola, Cara e Smokvica sono due mete importanti per gli amanti del turismo enologico: qui vengono prodotti due famosi vini bianchi croati, il Posip e il Rukatac.
  • Blato: una delle citttadine più grandi dell’isola, famosa per le produzione dell’olio d’oliva e la danza delle spade.
  • Vela Luka: situata su un’ampia baia che dà il nome alla città (in croato vela significa grande e luka baia), Vela Luka è la località più a ovest dell’isola e il principale centro di pesca. Sul villaggio si affaccia una grotta molto ampia, raggiungibile a piedi dal centro e visitabile. Ci sono poche spiagge nei dintorni.
  • Vrnik: la meta preferita dalla gente del posto per una gita domenicale è la piccola isola di Vrnik, facilmente raggiungibile in taxi d’acqua dal porto di Korcula.

Spiagge di Korcula

Korčula può vantare una grandissima varietà di spiagge bagnate da un mare limpido, dagli splendidi colori.

Potete scegliere tra spiagge comode da raggiungere, con tutti i servizi, o spiagge più remote ed appartate, per maggiore privacy e tranquillità. Molte sono di ciottoli, ma non mancano le spiagge sabbiose.

Ecco le tre spiagge da non perdere durante una vacanza a Korčula.

Vela Przina

La spiaggia più popolare dell’isola, frequentata da turisti e gente del posto, è la sabbiosa Vela Przina nei pressi di Lumbarda, nella parte meridionale dell’isola. D’estate si riempie di gente, quindi è consigliabile arrivare la mattina presto.

Si può arrivare comodamente in auto, ma l’ampio parcheggio della spiaggia è a pagamento, oppure in autobus dalla città di Korčula (circa 15 minuti). Sulla spiaggia sono presenti due bar e ristoranti e un campo di beach volley.

Pupnatska Luka

L’incantevole baia di Pupnataska Luka è senza dubbio una delle più belle dell’isola. La piccola spiaggia di ciottoli è davvero graziosa e il mare è di un colore straordinario.

Dense pinete circondano la baia, ma sulla spiaggia non ci sono punti d’ombra naturale: se pianificate di trascorrere qui tutta la giornata portatevi con voi un ombrellone o noleggiatene una.

Sono presenti un paio di bar e ristoranti, mentre non ci sono negozi di alimentari nelle vicinanze.

Bačva

Un’altra suggestiva baia, meta preferita di chi ama nuotare, è baia di Bačva, a sud di Žrnovo, dove si apre una splendida spiaggia di ciottoli. Il sentiero per raggiungerla è impegnativo e molte persone preferiscono arrivare qui in barca e tuffarsi direttamente nelle limpide acque color verde smeraldo.

Sulla spiaggia è presente un chiosco che vende cibi e bevande, incluso dell’ottimo pesce alla griglia.

Marco Polo

Ma Marco Polo è davvero veneziano? Secondo i croati no, è nato a Korčula e per dimostrarvelo vi fanno visitare la sua (presunta) casa natale nel centro storico della città, trasformata in un piccolo museo dedicata ai grandi viaggi del celebre avventuriero.

Che sia veramente nato a Korčula o no, la gente del posto sembra davvero amare Marco Polo, organizzando celebrazioni ed eventi in suo onore.

Forse è semplicemente un’astuta operazione di marketing turistico, ma se amate viaggiare un’occhiata a questo museo val la pena darla, come omaggio a uno dei simboli dell’incontenibile desiderio umano di viaggiare.

Korcula Città vista dal mare

Feste tradizionali

Lo spettacolo tradizionale dell’isola di Korčula è la suggestiva danza delle spade: di origine spagnola, oggi viene eseguita soltanto qui ed è una tradizione che si tramanda sull’isola dal XV secolo.

Pittoresca ed originale, mette in scena la storia di due sovrani, il re bianco e il re nero, che combattono per una principessa, innamorata del primo ma rapita dal secondo. Non cercate in scena un re vestito di bianco perché il personaggio del re bianco veste di rosso!

Altre feste tradizionali molto sentite sono quelle legate alla Settimana Santa, con solenni processioni e cerimonie organizzate dalle confraternite locali.

Come raggiungere l’isola di Korcula

Per raggiungere l’isola di Korčula dalla Croazia continentale potete prendere un traghetto in partenza dalle città di Fiume, Spalato e Dubrovnik.

Esistono autobus diretti che collegano l’isola alle città di Zagabria e Dubrovnik.

Dove dormire a Isola di Korcula

Cerchi un Hotel a Isola di Korcula? Clicca qui per vedere tutti gli alloggi disponibili a Isola di Korcula
Ti è stato utile questo articolo?

Il tuo parere per noi è importante, facci sapere che ne pensi usando le stelle

Valutazione media 5 su 1 voti